Egitto, nel giardino di Allah, lungo le coste del Sinai

DatA

Egitto, nel giardino di Allah, lungo le coste del Sinai

di Francesca Spanò | @francynefertiti

Pesci che guizzano veloci tra una barriera colorata e viva: il Mar Rosso, è un quadro pieno di sfumature che prende vita e incanta i turisti di tutto il mondo. Proprio in questo angolo di Egitto infatti, si affacciano alcune delle località di villeggiatura più belle e amate in assoluto. Dal Sinai alla costa che va da Suez al confine con il Sudan, nella parte orientale del Paese, è tutto un tripudio di resort con magica vista sulla natura in trionfo. All’acqua trasparente si contrappone la sabbia bianca, come nel più incredibile degli scenari marini, mentre il sole splende per gran parte dell’anno. E poi c’è il reef, la barriera corallina, che regala la possibilità di concedersi delle immersioni indimenticabili, grazie alla presenza di grandissima biodiversità. Difficile pensare che si tratti di un piccolo paradiso relativamente recente, almeno a livello di strutture ricettive, in una zona che fino a poco tempo fa era ricoperta solo da deserto.

Da Hurgada a Mars Alam: come è cambiato il paesaggio

Da semplici villaggi di pescatori a grandi mete del turismo: così la costa orientale dell’Egitto si è modificata in poco tempo, tanto che ormai i nomi locali sono più che celebri. In pochissimi non hanno mai sentito parlare di Hurgada, Mars Alam ma anche di Sharm el-Sheikh, Dahab e Taba, queste ultime sul versante del Sinai. I punti migliori per scoprire le meraviglie sottomarine sono soprattutto nel Parco Nazionale di Ras Mohamed, ma in generale ogni tratto di mare qui nasconde piacevoli sorprese. Per questo per gli arabi, il Mar Rosso è anche detto “Il giardino di Allah”. Il Parco Nazionale in questione, comunque, sorge sulla punta meridionale della penisola del Sinai, a pochi chilomatri da Sharm el-Sheikh e protegge anche un tratto di territorio costiero.

Nella parte terrestre non mancano spettacolari dune di sabbia e montagne di granito e mammiferi come il fennec, la gazzella di Dorcas e lo stambecco nubiano. In quella marina si incontrano delfini, barracuda, razze, squali e altri pesci tropicali.

© TravelGlobe RIPRODUZIONE RISERVATA

 

 

Articoli
Correlati

SEI PRONTO AD ANDARE OLTRE?

Abbonati a TravelglobeOLTRE e accedi ai nostri contenuti speciali: contest fotografici, monografie, interviste e approfondimenti.