Dormire in un castello in Alto Adige: tra favole e paesaggi

Castello merano

di Francesca Spanò | @francynefertiti

Evasione, sogno, relax. Sono spesso gli ingredienti di un soggiorno fuori e se poi c’è anche una location speciale, l’esperienza diventa indimenticabile. In Alto Adige, ad esempio, dove in inverno le temperature sono frizzanti e i paesaggi verdi lasciano il posto alla bianca neve, si può dormire in un castello. Tra Merano e dintorni, in particolare, si può optare per un alloggio in un antico maniero. Ecco qualche idea a tema, per sentirsi direttamente in un microcosmo fiabesco.

  • Relais & Chateaux Castel Fragsburg, a Merano: si tratta di una residenza di caccia che risale al 1620 e che è stata acquistata da diversi proprietari nel tempo. Negli anni Cinquanta è diventato un hotel e oggi è noto anche per la sua cucina gourmet con Alois Haller, chef
    che vanta una Stella Michelin.
  • Castel Rundegg, a Merano: non lontano dal centro, piace per le sue stanze ricche di tradizione ed eleganza. 15 camere nell’edificio principale e altre 15 nell’edificio adiacente tutte a ricordare il Medioevo.
  • Castel Plars, a Lagundo: tra vigneti e torri signorili ci sono dodici suite con finestre e arcate. Nel parco c’è una nuova piscina a sfioro con vista su un giardino di rose, ortensie e oleandri. Nelle cantine ci sono botti originali, attrezzature antiche e bottiglie di vino datate.
  • Castel Wehrburg, a Prissiano: il maniero è stato costruito nel XIII secolo e attorno al 1520 fu sottoposto alle uniche opere di rinnovo. Nei piani inferiori non ci sono state variazioni, mentre più tardi è stata realizzata la cappella. Nel castello si trovano ancora oggi antiche stufe risalenti al XVI e al XIX secolo.

© TravelGlobe RIPRODUZIONE RISERVATA

 

 

 

POTREBBE INTERESSARTI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *