Croazia: passeggiando nella città più piccola del mondo

di Francesca Spanò | @francynefertiti

In Croazia, dove il mare è trasparente e calmo e la storia ha scritto lunghe pagine, c’è una città dei record nella quale abitano soltanto 20 persone e l’estensione totale è di cento metri per trenta. Trovarsi a passeggiare in questo scenario da Guinnes dei Primati è davvero un’esperienza suggestiva, anche perché dal periodo medievale in cui ha visto la luce, è praticamente rimasto intatto. Hum, detta Colmo in italiano, è davvero un luogo bizzarro, visto che comprende soltanto due strade, ma nasconde un passato lungo duemila anni.

La città più piccola del mondo: la storia

Nella penisola dell’Istria, fu costruito questo minuscolo borgo nell’XI secolo, quando la zona apparteneva al Regno Franco. Fu scelta un’antica rocca sulla quale fu eretto il castello con l’agglomerato di case intorno e successivamente, il conte Ulrico II Weimar, proprietario delle terre, pensò di donare l’area al Patriarca d’Aquileia.

Una città-monumento

Quello che colpisce il turista sin dal suo arrivo, è questo raro esempio di centro urbano che si è mantenuto nei secoli, arricchito ancora oggi da un museo e due chiese. L’ingresso è unico ed è rappresentato da un portone in bronzo e una iscrizione di benvenuto con la pietra con cui sono state realizzate le abitazioni. Passeggiando all’interno si notano subito gli affreschi di un autore del XII secolo e poi dei resti del più antico alfabeto slavo di cui si abbia memoria, quello glagolitico, utilizzato fino agli inizi del Novecento.

Un tesoro naturalistico

Chi raggiunge questo angolo di Croazia, scopre una rete intricata di boschi e colline e non solo monumenti. Per chi resta in zona più tempo, quindi, è possibile organizzare delle passeggiate rilassanti circondati dalla natura.

Golosità locali

A Colmo si può comprare un souvenir davvero speciale. Si produce, infatti, la Biska, una grappa dolce casereccia fatta con vinacce, quattro tipi di erbe e foglie di vischio bianco. Pure in questo caso si parla di una bevanda che ha una storia lunga due secoli. Oggi si può gustare nell’unica locanda cittadina.

Photo Credit: Balcan Travelguide

© TravelGlobe RIPRODUZIONE RISERVATA

POTREBBE INTERESSARTI