image_pdfimage_print

Cos’è la sicurezza informatica in viaggio e perché è importante

Date

Cos’è la sicurezza informatica in viaggio e perché è importante

di Redazione

Ormai è facilissimo connettersi a Internet anche quando si è in viaggio. Grazie a dispositivi come smartphone e tablet e a una sempre maggiore diffusione di reti WiFi gratuite e di connessioni mobili a prezzi contenuti, si può dare per scontato di aver sempre accesso a Internet anche quando ci si trova all’estero, al mare o in montagna. Tutto ciò è ovviamente un vantaggio: si possono controllare gli orari dei mezzi pubblici, inviare e ricevere messaggi, guardare un film, e tutto quanto si può fare da casa propria. È però anche un potenziale rischio, perché ogni volta che si accede a una rete non protetta ci si espone agli attacchi informatici. La sicurezza informatica in viaggio è particolarmente importante. Scopri come proteggerti.

Come proteggere i propri dati

Quando si viaggia, in particolare all’estero, è fondamentale proteggere i propri dati e salvaguardare la propria sicurezza. La sicurezza informatica in viaggio consiste proprio in una serie di strumenti e soluzioni che permettono di proteggere i propri dati dagli attacchi informatici. È quindi molto importante seguire alcune semplici regole per assicurarsi di non avere mai problemi.

Fare una copia backup dei propri dati

Questa è una buona abitudine in ogni momento, ma diventa fondamentale quando ci si trova in viaggio. Quando si è lontano da casa si può infatti incorrere in problemi di vario tipo, tra cui il furto dello smartphone o problemi tecnici che richiedono il ripristino completo di smartphone o tablet. In casi del genere, tutti i propri dati verrebbero persi definitivamente. Per questo è fondamentale fare una copia di tutti i dati importanti prima di partire, e conservare questa copia su un altro dispositivo che rimane al sicuro a casa o, ancora meglio, sul cloud, in modo che sia sempre accessibile.

Aggiornare il sistema operativo

Spesso gli hacker sfruttano le vulnerabilità dei sistemi operativi per riuscire a introdursi nei dispositivi e impossessarsi così dei dati dell’utente a sua insaputa. Per fortuna, queste vulnerabilità, una volta individuate, vengono corrette in modo piuttosto rapido tramite patch di aggiornamento. È quindi molto importante assicurarsi di avere installato la versione più recente del sistema operativo su tutti i dispositivi che si portano in viaggio, in modo da proteggersi da questo tipo di attacchi informatici.

Non usare reti WiFi pubbliche

Gli hacker spesso utilizzano le reti WiFi pubbliche e gratuite per intercettare le comunicazioni degli utenti che vi si collegano, e in questo modo possono essere in grado di impossessarsi di dati come le credenziali di accesso agli account personali. Spesso è impossibile rendersi conto della presenza di hacker sulla rete a cui ci si collega, quindi la soluzione migliore è quella di evitare di usare le reti pubbliche.

Usare password sicure

Tra i dati più ambiti dagli hacker ci sono le credenziali di accesso ad account e servizi. Per ridurre al minimo il rischio che vengano rubate, è necessario utilizzare sempre password sicure e difficili da indovinare. Una password è considerata sicura quando contiene almeno 12 caratteri che includono numeri, lettere e caratteri speciali. È poi fondamentale non utilizzare mai la stessa password per più account diversi, in modo che se anche un account dovesse essere compromesso, gli altri sarebbero comunque al sicuro. Seguendo questo consiglio diventa però difficile ricordarsi a memoria tutte le proprie password: per questo può essere una buona idea utilizzare un apposito gestore di password, che permette di memorizzarle in automatico.

Attivare l’autenticazione a due fattori

Oltre a utilizzare una password sicura è utile attivare l’autenticazione a due fattori ogni volta che è possibile. Si tratta di una funzionalità che richiede l’inserimento non soltanto della password ma anche di un codice univoco e temporaneo generato in modo automatico da un’apposita app (o in alcuni casi inviato automaticamente tramite e-mail o SMS). Questo sistema inserisce quindi un ulteriore livello di sicurezza che rende praticamente nulla la probabilità che un hacker riesca ad accedere a un account personale.

Usare una VPN

Una VPN è una rete privata virtuale che fa da intermediario tra un dispositivo e Internet creando un tunnel criptato attraverso cui vengono scambiati i dati. Ciò significa che quando si usa una VPN i dati inviati sono protetti da occhi indiscreti, e solo il legittimo destinatario è in grado di interpretarli. Questa soluzione di sicurezza è molto utile in tutte le situazioni, anche quando ci si trova a casa propria, ma è assolutamente indispensabile quando si è in viaggio ed è necessario collegarsi a reti pubbliche di cui non ci si può fidare.

© TravelGlobe RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli
Correlati