hanoi cosa fare tran quoc pagoda
Hanoi profuma di caffè e pho. Cosa fare nella capitale del Vietnam

DatA

Hanoi profuma di caffè e pho. Cosa fare nella capitale del Vietnam

image_pdfimage_print

hanoi tran quoc pagoda

di Melania Bresciani

Scopriamo che cosa fare ad Hanoi, la capitale del Vietnam, che si trova in una posizione strategica per visitare il nord del Paese, una zona con paesaggi pazzeschi. Ci sono baie celebri in tutto il mondo, risaie spettacolari, cascate, fiumi che passano in mezzo a incredibili formazioni rocciose, grotte famose e tribù di etnie diverse che vivono in mezzo alle montagne e alle terrazze di riso.

Hanoi è una città caotica, ma a misura d’uomo, Hanoi è il profumo del caffè vietnamita, del pho – la zuppa tipica -, è la musica cantata e ballata ad ogni ora del giorno, è il caos assordante del traffico senza regole. È un trambusto incredibile di motorini impazziti, biciclette, macchine, clacson, pedoni impauriti che cercano di attraversare la strada. È un affascinante mix tra oriente e occidente: ci sono eleganti edifici europei nel quartiere francese della città, ci sono templi buddisti, cattedrali gotiche e monumenti tipicamente comunisti.

Ecco una breve guida sulle principali attrazioni ed esperienze da fare ad Hanoi.

Il Lago Hoan Kiem

cosa fare ad Hanoi

Il Lago Hoan Kiem è il cuore pulsante della città. Qui si trova il tempio più famoso di Hanoi, il Ngoc Son-Temple, collegato alla terra ferma tramite un ponte rosso in legno, The Huc Bridge.

La vita della comunità locale si concentra sulle sponde del lago fin dalle prime luci dell’alba: c’è chi fa balli di gruppo (alle 6,30 del mattino), thai-chi, passeggiate e jogging. La sera si popola di gente che improvvisa karaoke, che gioca al salto della corda, al volano, e intere scuole di ballo.

Se capiterete qui di domenica, preparatevi a venire fermati ogni due minuti da studenti che vogliono parlare un po’ di inglese con voi, con tanto di maestra o genitori che testimoniano tutto con foto e video. La domenica è sinonimo di grande festa: la strada diventa pedonale, sono tutti vestiti bene, c’è sempre tanta musica, i balli organizzati, i giochi di gruppo, i locali sono tutti pieni e l’atmosfera è gioviale e rilassata.

Intorno a Hoan Kiem ci sono centinaia di bar, ristoranti e cibo di strada. Durante un soggiorno qui, e in generale in Vietnam, è obbligatorio assaggiare il caffè vietnamita (caffè filtrato), l’egg coffee (uovo sbattuto, latte condensato e caffè), l’iced coconut coffe, la bia hoi (la birra vietnamita), la zuppa pho, i noodle e il Bahn Mi (panino imbottito).

Il quartiere più divertente di Hanoi: l’Old Quarter

old quarter hanoi cosa vedere

L’Old Quarter, il quartiere più famoso di Hanoi, fa parte del Hoan Kiem District. Si tratta di un dedalo di viuzze piene di negozi, botteghe, motorini, ristoranti, hotel, ostelli, e bar vietnamiti con i loro sgabelli sgangherati sui marciapiedi. Ogni strada è dedicata ad una specifica attività: c’è quella dei calzolai, dei sarti, dell’illuminazione, dei fabbri, ecc. Il modo migliore per visitare l’Old Quarter è quello di camminare a piedi, senza fretta, e lasciarsi trascinare dalla quotidianità dei locali.

Uno dei ristoranti più buoni nella zona è il Bun Bo Nam Bo. Un locale alla mano, pieno di gente del posto, con grandi tavolate e un menù con solo due portate. Il piatto forte della cucina è la zuppa con noodles, manzo, arachidi tostate e cipolla essiccata: una goduria. Ti siedi e vieni servito subito, senza neanche ordinare, e viene tutto preparato al momento: la cucina si trova all’entrata del locale, sul marciapiede, proprio secondo la tradizione di Hanoi.

Hanoi Train Street

cosa fare ad hanoi: la train street

L’attrazione più terrificante e assurda dell’Old Quarter è senza dubbio la Railway Street di Hanoi. Si tratta di una via molto famosa perchè qui, in mezzo a bar, ristoranti e case, passa più volte al giorno il treno (e, per i nostri standard di sicurezza, anche piuttosto veloce). Poco prima del suo arrivo, i proprietari dei bar iniziano a fischiare e urlare ai turisti di spostarsi ai lati e di prestare molta attenzione perchè può essere pericoloso se ci si sporge troppo. Una bella idea è quella di sedersi a un tavolino di un bar, ordinare da bere, e aspettare l’arrivo del treno, che sfreccerà poco più in là dei tuoi piedi. Un’esperienza assurda, una di quelle cose che è possibile vedere solo in Asia.

Cosa vedere ad Hanoi: i monumenti principali

cosa fare ad hanoi: la cattedrale

  • La Cattedrale di San Giuseppe si trova nelle vicinanze del lago Hoan Kiem, si può entrare al suo interno e anche assistere ad una messa cattolica. È davvero peculiare vedere una cattedrale gotica in mezzo al trambusto di una città asiatica.

  • La Pagoda di Tran Quoc è il tempio più antico e originale di Hanoi. Si trova su una piccola penisola sul Lago Ovest. La stupa alta 15 metri e con 11 piani è molto famosa e fotografata. Ogni piano ha un’alcova con all’ interno una statua di Amitabha. La Pagoda di Tran Quoc rappresenta il centro del Buddismo della città e dell’intero Paese: i locali vengono qui a pregare per avere fortuna, pace, felicità e trovare, o ritrovare, la serenità.
  • Il Tempio della Letteratura è un luogo importante di Hanoi: dedicato a Confucio, rappresenta il simbolo della conoscenza. Non a caso è stata la sede della prima università del Vietnam.

Il Mausoleo di Ho Chi Minh

Imponente e tipicamente comunista, il Mausoleo di Ho Chi Minh rappresenta uno dei monumenti più importanti per i vietnamiti. Al suo interno è custodita la salma del leader Ho Chi Minh (chiamato lo Zio Ho), che guidò il movimento per l’indipendenza del Paese e grazie al quale nacque la Repubblica Democratica del Vietnam. Il monumento funebre si trova in Piazza Ba Dihn, dove il leader lesse la Dichiarazione di Indipendenza nel 1945. Qui vicino è possibile visitare la casa dove Ho Chi Minh visse parte dei suoi ultimi anni, la Ho Chi Minh’s Stilt House, e la One Pillar Pagoda, storico tempio buddista, conosciuta come “la pagoda più preziosa dell’Asia”. Intorno a Piazza Ba Dihn ci sono anche altre costruzioni di interesse, nonostante non siano aperte al pubblico: il lussuoso Palazzo Presidenziale, il Ministero degli Affari Esteri, il Ministero dello Sviluppo Economico e la Costruzione dell’Assemblea Nazionale.

Dong Xuan Market

hanoi cosa fare mercati

Il Dong Xuan Market è un enorme mercato al coperto che si sviluppa su più piani ed è dedicato al commercio locale. Poco turistico, ma senz’altro interessante per vedere da vicino la vita quotidiana dei commercianti. Il suo interno è diviso per settori, e si trova davvero di tutto: vestiti, stoffe, scarpe, oggettistica per la casa, cibi essiccati (funghi, pesce, frutta, fiori), caffè e the.

Il Ponte Long Bien

long bien bridge hanoi

Nelle vicinanze del Dong Xuan Market si trova il Long Bien Bridge, il ponte più antico di Hanoi, progettato da Gustave Eiffel e costruito tra il 1898 e il 1902. Il ponte attraversa il Fiume Rosso e permette alla ferrovia, che collega il nord e il sud del Vietnam, di proseguire verso Lao Cai (dove i turisti si dirigono per visitare Sapa e le risaie), e verso la Cina.

Il Ceramic Mosaic Mural

hanoi cosa fare murales

Lungo 4 chilometri, il Ceramic Mosaic Mural è entrato a far parte dei Guinness World Records come il murales di ceramica più lungo al mondo. Il mosaico è realizzato lungo le pareti del sistema di argini del fiume Rosso che costeggia le strade trafficate della città. Le scene raccontano i diversi periodi storici del Vietnam. Il progetto, iniziato nel 2007 e terminato nel 2010, ha visto la partecipazione di artisti nazionali e internazionali, che hanno utilizzato unicamente ceramica del posto, prodotta a Bat Trang.

 

© TravelGlobe RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli
Correlati