Cerca
Close this search box.

Come fare la pasta sfoglia in casa: ecco la ricetta ufficiale

La pasta sfoglia, che ha origini iberiche, viene considerata un vero e proprio elemento immancabvile nella cucina europea ed occidentale in generale, essendo dotata di una forma di gusto non per forza dolce o salato ma neutro, e per questo apprezzata in numerose preparazioni, molto comuni anche in Italia. La pasta sfoglia si trova assolutamente in moltissime ricette in senso assoluto ma è anche possibile farla “per conto proprio”. Ma come fare correttamente la pasta sfoglia in casa?

Gli ingredienti sono pochi e facili da reperire, quindi di base non è difficile, ma anche la pasta sfoglia necessita di attenzione e segreti da svelare.

Quali sono i segreti per ottenere una ottima pasta sfoglia? Proviamo a scoprirlo insieme.

Ecco come fare la pasta sfoglia in casa

come fare la pasta sfoglia in casa

Difficile dare una data di nascita alla pasta sfoglia in quanto numerose ricette molto simili che fanno ricorso ad ingredienti simili sono state concepite, anche se intorno al Seicento sembra essere stata concepita in Spagna qualcosa di molto simile alla pasta sfoglia odierna.

Sulla carta sono necessari pochissimi ingredienti, farina burro, acqua e sale ma non è facilissimo metterli insieme nel modo giusto se non siamo abili a gestire questi ingredienti: a partire dalla farina che deve avere una forza media e deve essere preferibilmente di tipo doppio 0.

Va bene anche un burro standard, che non costa molto ma il trucco e non lasciarlo riscaldare ma appena ammorbidire così da lavorarlo “a freddo”. Il sale va sciolto nell’acqua così da rendere più facile il suo “assorbimento” da parte dell’impasto.

Basta utilizzare 250 grammi di farina doppio 0, 125 di acqua fredda, 10-12 grammi di sale fino, circa 190 grammi di burro.

Il procedimento adatto è semplice, basta unire la farina in una ciotola e nella zona centrale aggiungere l’acqua con un po’ di sale precedentemente sciolto nella stessa, 40-50 grammi di burro ammorbidito a freddo. Il trucco è fare il tutto su una superficie fredda, come un ripiano di marmo o di alluminio.

Bisogna avere pazienza ed impastare a dovere fino a concepire un composto omogeneo, dopodichè dobbiamo dare al composto una forma appallottolata, e con un coltello effettuare un paio di tagli trasversali sulla zona centrale, prendere l’impasto e lasciarlo in frigo ricoperto dalla pellicola per circa mezz’ora.

A parte dobbiamo stendere a freddo il resto del burro, poi dopo aver tirato fuori la pasta dal frigo dobbiamo stenderla con un mattarello e posizionare al centro il resto del burro chiudendola a mo di fazzoletto.

Dopo aver chiuso il tutto, andrà risteso con il mattarello, dopodichè andrà ristesa più volte, riposta in frigo per un’altra mezz’ora dopo aver ottenuto una forma quadrata.

Bisogna ristendere per almeno 5-6 volte la pasta al fine di ottenere una buona pasta sfoglia, ricordandosi di lasciare riposare per circa mezz’ora ad ogni passaggio il composto.

POTREBBE INTERESSARTI