Cerca
Close this search box.

Come coltivare le patate in vasi piccoli: ecco spiegato il metodo

Come coltivare patate è alquanto semplice ma ogggi andremo a vedere che oltre all’orto si possono piantare anche in vaso. Vediamo pertanto quali accorgimenti seguire per coltivare patate in vaso con grandi risultati e avere un raccolto copioso. Iniziamo immediatamente dicendo che bisogna evitare i periodi troppo caldi o esageratamente freddi ed è preferibile adattarsi al clima della zona dove si vive.

Ad esempio, è raccomandabile piantare patate in vaso da febbraio a giugno se si vive al Centro-Nord, oppure meglio da settembre e dicembre se si vive nelle zone più calde del Sud. Bisogna anche avere particolare attenzione alla temperatura del suolo e verificare che sia al di sotto di 7°C e non maggiore ai 25°C. 

Come coltivare le patate in vasi piccoli: ecco spiegato il metodo

Coltivare le patate in vaso è avverabile e permette di avere sempre a portata di mano una verdura parecchio versatile e fra i più utilizzati in cucina. Per piazzare la pianta di patata in vaso prima di tutto, bisogna avere un recipiente molto ampio, del diametro di come minimo 25 – 30 centimetri e abbastanza profondo. La profondità è indispensabile, siccome il tubero della patata si sviluppa sotto terra, di conseguenza occorre un vaso profondo per consentire a più tuberi di svilupparsi al meglio.

Per quanto concerne poi la varietà di patata da prediligere è preferibile optare per quelle precoci o precocissime, che porteranno frutti in poco tempo. Per la semina patate in vaso non si avrà bisogno di acquistare semi o piantine. Difatti, è bastante prendere una patata che si ha in casa per poterle piantare. Per una corretta coltivazione, disponete le patate su un vassoio. Successivamente mettetele in un luogo fresco e al buio per 3-6 settimane, per semplificare il processo di germogliazione.

Nel momento in cui le patate saranno germogliate è possibile piantarle in vaso. Il procedimento consiste nel riempire il vaso con del terriccio misto a compost per 1/4, per andare a formare un substrato. Poi, biosgna fare dei buchi per accogliere i tuberi con l’aiuto di un punteruolo. Poi, si deve collocare le patate al centro del vaso conservando il germoglio verso l’alto. Successivamente si deve mettere in terra le patate di circa 10 cm e disporle a 35 cm l’una dall’altra.

Non va dimenticato di annaffiare con continuità avendo cura di tenere umido il terreno, eludendo i ristagni d’acqua. Fatto ciò si potrà mettere di volta in volta del terriccio, avendo l’accortezza di coprire bene le nuove radici. Infine, a circa tre mesi di distanza dall’invaso si potrà osservare un cambio di colore nelle foglie che vorrà dire che le patate sono finalmente mature.

POTREBBE INTERESSARTI