Cerca
Close this search box.

Colon infiammato? Cosa mangiare per evitare questo fastidioso problema

Spesso si soffre di fastidio o dolore addominale, come crampi, stipsi e gonfiore e la sindrome dell’ intestino irritabile determina problemi di diverso tipo. Ad ogni modo questa sindrome è caratterizzata da sintomi diversi che possono più o meno influenzare la vita quotidiana di ciascuno. Vediamo con il colon infiammato cosa mangiare.

La patologia del colon infiammato è molto diffusa e colpisce circa una persona su 5, dunque circa il 10% della popolazione, in prevalenza donne. Le cause che determinano questa patologia, ma si ritiene che lo stress abbia un ruolo determinante. Vediamo qui quali sono le regole alimentari e con il colon infiammato cosa mangiare.

colon infiammato cosa mangiare

Colon infiammato cosa mangiare: ecco la lista degli alimenti consigliati e quelli da evitare

Una dieta corretta ed una alimentazione sana ed equilibrata favoriscono un controllo maggiore della sindrome del colon irritabile. Il colon infiammato è una condizione che colpisce molte persone e che può avere un impatto più o meno importante sulla vita delle persone. Seguire una corretta alimentazione è il primo step per gestire al meglio il problema.

La sindrome del colon irritabile è un disturbo cronico che si presenta con dolori addominali e spasmi e causa nausea, stitichezza o diarrea. I sintomi sono comunque gestibili e curabili, ma possono essere spiacevoli nel vivere e gestire la vita quotidiana. Abbiamo però detto come una corretta alimentazione possa determinare un maggiore controllo di questo fastidioso problema.

I cibi che sono nemici del colon non sono gli stessi per tutti. Gli alimenti a rischio vanno poi valutati in base alle esigenze di ciascuno e dipendono in primo luogo dalla sensibilità ai cibi del singolo individuo. I migliori alimenti per questa condizione sono:

  • le uova, che sono facili da digerire e non irritano il colon e rappresentano anche una grande fonte di proteine.
  • le carni magre, che sono fonte di proteine. Tra esse rientrano: manzo, maiale, pollo e tacchino.
  • il salmone e gli altri pesci che sono ricchi di Omega-3, tra essi rientrano l’ aringa, il merluzzo, le sarde, la trota, lo sgombro.
  • le verdure, come i peperoni, le carote, il mais, le melanzane, i fagiolini, le patate, le patate dolci, i pomodori, le rape, le zucchine, la rucola, il cavolo. la lattuga, le bieta, gli spinaci, le banane, i mirtilli, i kiwi, l’ ananas, le mandorle, le nocciole, le noci, l’ avocado.

POTREBBE INTERESSARTI