Cognac: una città da vedere e un liquore da scoprire

Date

Foto: Tours Saint Jacques de Cognac ©LAVAL-Charente Tourisme

di Redazione in collaborazione con Nouvelle-Aquitaine

Situata a solo un’ora e mezza da Bordeaux, Cognac, è la capitale dell’acquavite di vino e sa distillare i suoi segreti.

La principale attrazione è il quartiere medievale della città vecchia dove, tra vicoli acciottolati e chiese in stile romanico, puoi giocare a cercare sugli edifici le salamandre scolpite: simbolo di re Francesco I. 

Cognac, la città

Un luogo che ha segnato la storia francese: a Cognac, infatti, fu siglato nel 1526 su iniziativa di Guicciardini, l’accordo con cui gli stati regionali allora presenti in Italia si strinsero in un’alleanza, in modo da salvaguardare l’indipendenza della penisola.

Le porte medievali aprono sulle tipiche case a graticcio, sulle architetture Art Nouveau del mercato coperto ma soprattutto sul Castello dei Valois, edificio fiabesco dove nacque re Francesco I alla fine del Quattrocento.

Ma tutto in città parla di Cognac, il liquore. Il castello, ad esempio, fu acquistato alla fine del 1700 per essere utilizzato come cantina: ne sono una testimonianza i magazzini nascosti nei sotterranei. Inoltre, a cinque minuti a piedi dal maniero si trova Hennessy, il più grande produttore di Cognac.

Dégustation ©ANGLADA-CRTNA

Cognac: acquavite preziosa di umili origini

Forse non sai che per quanto oggi prezioso, il Cognac è un liquore di umili origini. Secondo la tradizione, il tipico doppio distillato di uva bianca deriva da uno stratagemma dei mercanti olandesi, grandi importatori del buon vino della regione atlantica francese: a causa della gradazione delicata, infatti, mal sopportava il lungo viaggio verso nord. Per ovviare al problema, si iniziò a ribollire il mosto negli alambicchi, ottenendo una miscela da 20 e poi da 70%vol, che veniva fatta riposare in grandi botti di rovere.

Ma per conoscere meglio la storia del Cognac basta andare al Musée des Arts du Cognac: la sua collezione di migliaia di etichette, strumenti di distillazione e affiches sanno raccontare un’antica tradizione in un ambiente architettonico contemporaneo. È situato vicino al porto turistico e alle banchine della Charente.

Per un tour completo e accompagnato, Logitravel propone due itinerari: uno dedicato al brandy e l’altro più completo che comprende, oltre a Cognac, anche La Rochelle e Bordeaux. 

Dove fare una degustazione di Cognac

Ci sono molte cantine dove assaggiare un buon Cognac, ma ne abbiamo scelte due:

  • Martell è una delle più grandi, antiche e gloriose case produttrici di Cognac. Oggi, dopo oltre 300 anni di anni di storia, è simbolo di lusso ed eleganza. Venne fondata nel 1715 da un giovane commerciante di nome Jean Martell e guidata, dopo la sua morte, dalla moglie Rachel Lallemand e dai figli. Info e prenotazioni: www.martell.com
  • Rémy Martin fu fondata nel 1724 da un giovane viticoltore della Charente, che le diede il suo nome. Per garantire una qualità massima ai suoi cognac, sin dal 1948, l’intera produzione proviene esclusivamente dai prestigiosi cru della Grande Champagne e della Petite Champagne, territori che devono la loro eccellenza ai terreni ricchi di gesso e calcare. Info e prenotazioni: www.visitesremymartin.com

Info: Nouvelle-Aquitaine | Agenzia per lo sviluppo del turismo francese | #ExploreFrance

Leggi tutti gli articoli sulla Nouvelle-Aquitaine

© TravelGlobe RIPRODUZIONE RISERVATA


Vignes de Cognac ©Wikipedia


Musée des Arts du Cognac ©Musée du Cognac-Charente Tourisme


Maison de la Lieutenance – Cognac©Charente Tourisme


Vignobles de Sonneville – Cognac ©CHARBEAU-BNIC

Condividi su facebook
Condividi su twitter

Articoli

Correlati

POTREBBE INTERESSARTI