Città sotterranee in Italia: 5 luoghi straordinari nascosti sotto i piedi

DatA

Città sotterranee in Italia: 5 luoghi straordinari nascosti sotto i piedi

image_pdfimage_print

di Francesca Spanò | @francynefertiti

A volte agli occhi è celato uno spettacolo non convenzionale, come nel caso delle città sotterranee che in Italia sono diverse. Un luogo non si respira solo per la sua storia e lungo il suo dedalo di strade intricate. Qualche volta va scoperto nelle sue viscere, riportato alla luce, sentito. Sono almeno 200 i luoghi dello Stivale che hanno segreti pronti ad essere svelati, in particolare molte zone famose e turisticamente interessanti, che non sono solo monumenti e arte.

Città sotterranee: alcune tra le più famose

Non solo grotte ma anche chiese ipogee e gallerie. Il nostro Paese è una vera caccia al tesoro dove l’avventura non manca.

Aosta – Augusta Preatoria è ancora molto elegante, a ricordo della ricchezza seguita alla sua fondazione, avvenuta per mano dei romani. Di particolare interesse è il criptoportico forense, architettura ipogea a pianta quadrangolare, un reperto storico di valore inestimabile. Vederlo è gratuito e vi si arriva dal giardino della cattedrale attraverso un sistema di gallerie. Oggi addirittura vi vengono organizzati eventi culturali.

Bergamo, con la cinta muraria realizzata dai Veneziani nel XVI secolo, è molto suggestiva. Interessanti, però, sono pure le due cannoniere, dove appunto si trovavano i cannoni. Si tratta di quella di S. Giovanni e quella di S. Michele. C’è poi la cisterna apogea che si nota sotto la chiesa di S. Lorenzo che è la fontana del Lantro. Ancora, accompagnati da guide, si può giungere a cavità naturali e artificiali, tutte da scoprire.

Trento – la Tridentum romana racconta la sua storia in particolare sotto piazza Battisti con lo Spazio Archeologico Sotterraneo. Vi si trovano resti di mura e case e lo stesso sotto palazzo Lodron e sotto la Torre civica con la Porta Veronensis, ovvero l’ingresso sud della città.

Verona – l’influenza romana si respira in ogni dove con un giro sotterraneo che parte sotto piazza delle Erbe con il capitolium e importanti resti archeologici che vengono scoperti di continuo. Sono visitabili poi dei preziosi mosaici romani e, soprattutto sotto la chiesa di S.Elena ce ne sono di epoca paleocristiana davvero molto pregevoli.

Bologna– in un sistema di cisterne e rifugi antiaerei, la città offre molto a chi ama questo tipo di tour. Interessante in questo senso sono i Bagni di Mario del Seicento, che alimentava la fontana del Nettuno nell’omonima piazza, ma è aperta al pubblico raramente. E poi c’è il canale del Reno, tra vie d’acqua che si perdono su 66 km, così come i rifugi antiaerei che risalgono alla Seconda Guerra Mondiale e alle trincee.

© TravelGlobe RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli
Correlati