image_pdfimage_print

Bogotà, vibrante e storica capitale della Colombia

Date

Bogotà, vibrante e storica capitale della Colombia

di Francesca Spanò |@francynefertiti

Storia, cultura, tradizioni e bellezza: la capitale della Colombia è la più grande città del Paese e la terza di tutto il Sud America. Accanto agli antichi palazzi coloniali, a Bogotà, si possono osservare moderni grattacieli in un mix che rende l’area vibrante e tutta da scoprire.

Dal passato al presente

Era il Cinquecento e gli spagnoli cercavano El Dorado.Trovarono invece la Colombia, per la precisione la zona della Cordigliera Centrale e incontrarono una civiltà assai antica e particolare: gli indigeni Muisca, che presto assoggettarono. Il conquistador Gonzalo Jimenez de Quesada, vi fondò Santa Fe de Bogotà, unendo i termini del luogo dove era nato in Spagna e il nome muisca originario. Nonostante fu per diversi anni tormentato da terremoti ed epidemie, il centro divenne fiorente e, addirittura, fu considerato in poco tempo tra le aree più importanti dell’America Latina, sia a livello commerciale che culturale, con tanto di osservatorio astronomico.

Bogotà colori
Bogotà colori

La nascita dell’epoca moderna

I cittadini di Bogotà, dopo essersi ribellati agli spagnoli a inizio Ottocento, trovarono l’indipendenza nel 1819. Fino al secolo successivo, si registrò un periodo di crescita, ma nell’epoca industriale,  nel 1948, si registrò una prima ondata di violenza , nota come il bogotazo. Per i successivi dieci anni le cose non cambiarono, fin quando i partiti liberale e conservatore non raggiunsero un accordo. Gli episodi di guerra civile proseguirono però anche successivamente, interessando soprattutto l’esercito regolare colombiano e i gruppi terroristici paramilitari marxisti delle Fuerzas Armadas Revolucionarias de Colombia. Nel 2016, dopo diversi negoziati con il presidente Juan Manuel Santos, premio Nobel per la pace, è stato firmato un accordo che ha messo fine a oltre mezzo secolo di disordini, migliorando di gran lunga la sicurezza.

Murales a Bogotà
Murales a Bogotà

Cosa Vedere a Bogotà

Bogotà esprime la sua anima attraverso colori, paesaggi e panorami, dividendosi tra montagne, Savana e il Rio Bogotà. In questa affascinante città sicuramente c’è da vedere il Museo dell’oro che risale al 1939 e permette di saperne di più su una delle risorse più importanti degli Indios. Al suo interno, oltre ai pezzi esposti, si può imparare molto su come il metallo prezioso venisse lavorato in passato. Sempre in tema di esposizioni, non bisogna dimenticare il Museo Botero considerato tra le più importanti collezioni d’arte dell’America Latina e dedicato proprio allo straordinario artista. Risale al 2000, quando lo stesso Botero donò 123 delle sue opere e 85 della sua collezione privata con artisti di fama mondiale, da Dalì a Picasso.

Tra templi religiosi e luoghi imperdibili

La Catedral de Sal di Zipaquira è completamente intagliata in una miniera di sale profonda 180 metri. Dedicata alla Madonna del Rosario è a 50 km dalla capitale ma bisogna assolutamente andare, visto che è considerata una vera e propria meraviglia a livello mondiale. A un’altitudine di 3.200 metri sorge la Basilica del Senor de Monserrate, raggiungibile a piedi o con la funivia per vedere il peculiare Cristo sdraiato del 1956, realizzato in legno e ferro con capelli veri e ciglia umane.

Cattedrale di Bogotà
Cattedrale di Bogotà

Da non perdere

Sicuramente Plaza Bolivar, la principale di Bogotà con la sua estensione di quasi 14mila metri quadrati e punto nevralgico per la presenza di importanti edifici locali, dal Campidoglio al Palazzo di Giustizia. Il vero centro storico di Bogotà è, invece, la Candelaria con i suoi caffè e le casette in stile coloniale, il buon cibo e le tradizioni ancora vive. Il quartiere più antico è, invece, Plazoleta Chorro de Quevedo, luogo dal quale, nel Cinquecento, potrebbe essere stata costruita la città. Altri tre posti interessanti sono Monserrate per i panorami in quota, il Giardino Botanico con serre calde e tante specie di piante anche rare e il Museo Nazionale della Colombia, uno dei più antichi d’America e ricco di percorsi didattici e interattivi.

TRAVELGLOBE Riproduzione Riservata

Articoli
Correlati