Australia: nella Grande Barriera Corallina, sono nati miliardi di nuovi coralli

Date

Australia: nella Grande Barriera Corallina, sono nati miliardi di nuovi coralli

di Francesca Spanò |@francynefertiti

Fondali dalle mille sfumature di azzurro, pesci coloratissimi che guizzano in ogni dove e, soprattutto loro: i coralli. Gli stessi che sono nati a miliardi, durante l’annuale periodo di riproduzione. La Grande Barriera Corallina australiana, in questo suo incredibile spettacolo, rappresenta adesso anche una nuova speranza per una nazione che tenta di uscire faticosamente da due anni di pandemia. L’isolamento per via del Covid-19 ha pesato molto in Australia, ma la bellezza aiuta a superare i periodi difficili.

Grande Barriera Corallina
Grande Barriera Corallina

I nuovi coralli e il buon auspicio per il futuro

La novità è arrivata lo scorso 23 novembre, con una vera e propria esplosione di gradazioni cromatiche. Quel giorno, sono venuti alla luce miliardi di piccoli coralli, spuntati al largo della costa di Cairns, segnando un’altra pietra miliare nella storia locale. Il biologo marino di Reef Teach e biologo marino con più di 20 anni di esperienza, Gareth Phillips, ha paragonato l’evento di riproduzione del corallo di quest’anno a un simbolo di rinascita e speranza.

Australia Coralli
Australia Coralli

Un evento molto raro

Lo stesso Phillips, ha filmato l’evento e ha fatto notare che la riproduzione di quest’anno, circa quattro giorni dopo la luna piena di novembre, coincide approssimativamente con la prossima riapertura dell’Australia. La vita che nasce e la vita che riparte, in due mondi e modi differenti. A tal proposito, dunque, ha commentato: “È gratificante vedere la barriera corallina riprodursi. Tutto ciò dimostra che il più grande ecosistema al mondo gode di buona salute. Nonostante abbia attraversato un periodo difficile, può ancora rispondere positivamente – e questo dà speranza“.

Quest’anno, il biologo Phillips e un equipaggio di otto persone sono partiti per studiare l’evento con il progetto Coral Index Project. Recandosi in tre diversi siti della barriera corallina hanno delimitato le zone da studiare della barriera. Al crepuscolo, sono tornati per filmare la zona e raccogliere informazioni, come riferisce lo stesso biologo:

Sarà la prima volta che avremo a disposizione dati che dimostrano quali specie si riproducono con successo. Con questo progetto mostreremo la variabilità e la diversità della barriera, monitoreremo la sua salute, mostrando quali parti della barriera e quali specie sono attive. Oltre a scoprire una maggiore varietà di coralli“, conclude Philips.

La spedizione Reef Teach è stata sostenuta da Tourism Tropical North Queensland in collaborazione con Tourism and Events Queensland e Tourism Australia. Reef Teach ha anche collaborato con Passions of Paradise, un tour operator di immersioni e snorkeling della Grande Barriera Corallina con sede a Cairns.

@TRAVELGLOBE Riproduzione Riservata

Coralli
Coralli
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Articoli
Correlati

SEI PRONTO AD ANDARE OLTRE?

Abbonati a TravelglobeOLTRE e accedi ai nostri contenuti speciali: contest fotografici, monografie, interviste e approfondimenti.