Cerca
Close this search box.
Arte e moda a Parigi: le mostre da non perdere

DatA

Arte e moda a Parigi: le mostre da non perdere

La-notte-stellata-sul-Rodano-Vincent-Van-Gogh-1888

di redazione | @travelglobemag

Parigi resta in cima alla lista di preferenze degli italiani, quando c’è da scegliere una capitale estera da visitare. Il suo charme è indiscutibile e ha sempre così tanto da offrire, che è impossibile andarci una sola volta. Per quando riguarda le mostre d’arte, ad esempio, il 2017 è particolarmente ricco di appuntamenti. Di seguito una selezione di quelli più interessanti.

Giardini e Paesaggi

Musée d’Orsay – Il Paesaggio Mistico. Da Monet a Kandinsky, fino al 25 giugno: la mostra esplora il paesaggio, attraverso le opere di Gauguin, Monet, Maurice Denis, Ferdinand Hodler, Klimt, Munch, Van Gogh, tra i più noti, ma presente anche nelle pitture del Nord America come per Giorgia O’Keeffe o Emily Carr. Ricercare un ordine al di là delle apparenze fisiche, superare la materialità per avvicinarsi ai misteri dell’esistenza è ciò che ha ispirato gli artisti simbolici della fine del XIX secolo.
Per info: www.musee-orsay.fr

Grand Palais – Jardins, fino al 24 luglio: alcuni dei più grandi artisti hanno celebrato il giardino e trasformandolo, grazie al loro talento, da hortus conclusus a spazio di libertà. Fragonard, Monet, Cézanne, Klimt, Picasso e Matisse sono gli artisti in esposizione; attraverso le loro opere si entra in un mondo di immaginazione e bellezza.
Per info: www.grandpalais.fr

Centenario di Rodin

Grand Palais – Rodin. L’esposizione del centenario, fino al 31 luglio: la mostra dedicata a uno dei padri della scultura moderna mette in evidenza sogni e gloria del maestro che ha rivoluzionato l’arte prima di Picasso e Matisse. In esposizione anche la sua opera più celebre, il Pensatore, rappresentazione di un uomo che medita sul fato e il futuro.

Ritratti

Musée d’Orsay – Ritratti di Cézanne, dal 13 giugno al 23 settembre: una serie di grandi ritratti dell’artista, molto particolari, che ne ricostruiscono l’evoluzione stilistica e personale. L’approccio cronologico verso le opere del Cézanne ritrattista permette di studiarne l’evoluzione, concentrandosi sulle variazioni presenti lungo un percorso artistico caratterizzato da continuità, nello stile come nel metodo. Curiosità: una delle cinque versioni dei suoi “Giocatori di carte” (dipinti nel 1893) risulta essere attualmente l’opera d’arte più pagata al mondo. È infatti stata acquisita nel 2012 dalla famiglia reale del Qatar per circa 250 milioni di dollari.

Arte e influenze dal mondo

Grand Palais – Gauguin, l’alchimiste, dall’11 ottobre al 22 gennaio 2018: nell’installazione si nota il percorso di un artista che sapeva spaziare tra pittura, disegno, incisione e scultura, lasciandosi influenzare dai luoghi dove ha vissuto.

Museo del Quai Branly – Picasso Primitivo, fino al 23 luglio: Picasso aveva un legame stretto con l’Africa e lo si vede dalle opere e dal suo stesso, impronunciabile nome: Pablo Diego José Francisco de Paula Juan Nepomuceno María de los Remedios Cipriano de la Santísima Trinidad Mártir Patricio Clito Ruiz y Picasso.

Quando la moda è arte

Dal 29 aprile al 13 agosto al Museo Galliera, il museo della moda di Parigi, una mostra-evento dedicata all’icona Dalida, a trent’anni dalla morte: saranno esposti gli abiti di scena e quelli informali di colei che è stata uno dei simboli dell’eleganza del secolo passato. Per info www.palaisgalliera.paris.fr

Paris Musée Yves Saint Laurent (la data indicata di apertura è il 3 ottobre): un’inaugurazione super attesa per celebrare quarant’anni di creazioni di Yves Saint Laurent. La location sarà quella del palazzo di Avenue Marceau a Parigi, storica sede dell’atelier in cui lo stilista ha dato vita alle sue creazioni dal 1974 al 2002. Nel 2004, è diventato il quartier generale della Fondation Pierre Bergé-Yves Saint Laurent. Si tratta del primo esempio di questo tipo di una esposizione pensata per il lavoro di uno dei più grandi stilisti del XX secolo nel Paese. Si potranno visitare gli antichi saloni, lo studio e seguire un percorso ad hoc molto emozionante. Per info: www.fondation-pb-ysl.net/en/Musee-YSL-Paris-826.html

© TravelGlobe RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli
Correlati