image_pdfimage_print

A Oslo il nuovo museo d’arte più grande del nord Europa

Date

A Oslo il nuovo museo d’arte più grande del nord Europa

di Redazione

Ha aperto l’11 giugno 2022 il nuovo National Museum of Art, Architecture and Design di Oslo. Nella nuova location situata sul lungomare, hanno trovato una nuova casa oltre 6.500 opere e 400mila oggetti.

Si tratta della collezione più grande del nord Europa di arte, design e architettura, che occupa due piani e quasi 90 sale. Oltre alla collezione permanente, uno spazio scenografico – la Light Hall -, situata sulla sommità dell’edificio, ospiterà mostre temporanee. Progettato dall’architetto Klaus Schuwerk, Kleihues + Schuwerk Architects, il nuovo museo è progettato per ridurre le emissioni di gas serra di almeno il 50% rispetto agli attuali standard edilizi.

Con questo nuovo edificio, la Norvegia ha ora un museo moderno con qualità classiche, una nuova casa per la più grande collezione norvegese di arte, architettura e design.

La collezione permanente

Organizzata cronologicamente, l’esposizione permanente mostra a grandi linee la storia delle arti visive, del design e dell’artigianato in Norvegia, insieme alle principali opere internazionali della collezione.

Nel museo vengono stabiliti collegamenti tra le diverse aree della collezione, sia all’interno di periodi storici che attraverso la storia. Gli oggetti in mostra includono busti imperiali romani, l’arazzo Baldishol di quasi mille anni, porcellane della Cina imperiale, costumi reali e moda contemporanea, interni e design grafico e una collezione di calici di vetro norvegesi unici del XVIII secolo.

Le gallerie dedicate all’arte visiva includono dipinti di paesaggi e nature morte olandesi e fiamminghi del XVII secolo, i dipinti di paesaggi di Johan Christian Dahl e opere centrali di Harriet Backer, Harald Sohlberg e Kitty Kielland. Una delle principali attrazioni è l’iconica collezione del museo di opere di Edvard Munch, tra cui “The Scream”, l’Urlo.

Altre opere degne di nota nella collezione includono dipinti di Pablo Picasso e una serie di altri influenti artisti del 20° secolo, come Henri Matisse e Anna-Eva Bergman. Ci sono anche una sala dedicata all’architetto Sverre Fehn e installazioni permanenti di Per Inge Bjørlo e Ilya Kabakov.

Info: www.mynewsdesk.com

Articoli
Correlati