Cerca
Close this search box.
17 motivi per visitare la Corsica nel 2017 e continuare a tornare

DatA

17 motivi per visitare la Corsica nel 2017 e continuare a tornare

corsica_Bonifacio

di redazione | @travelglobemag 

Vicina e facile da raggiungere, la Corsica è una destinazione perfetta se si cercano mare turchese e cultura. Con i suoi oltre 1000 chilometri di coste selvagge, infatti, offre itinerari adatti a tutti i gusti. Ci sono percorsi da fare in mountain bike, spiagge di sabbia bianca dove crogiolarsi al sole, baie segrete da scoprire via mare e buon cibo da assaggiare. Ma, oltre a questo, ci sono altri 17 motivi per prenotare subito un traghetto verso l’isola della bellezza.

Corsica: tanti buoni motivi per andare e… ritornare

  1. Per la natura, i parchi e i paesaggi.
  2. Conoscere la Casa-Museo di Napoleone nella vecchia Ajaccio. Un piccolo e antico edificio affacciato su Place Letizia dove ripercorrere i ricordi del futuro imperatore.
  3. Visitare la cittadella di Calvi, sulle tracce di…Cristoforo Colombo! La sua presunta casa natale, infatti, sarebbe proprio qui.
  4. Scoprire la chiesa più grande dell’isola, San Giovanni Battista a Bastia, e tutto il quartiere storico, fra case antiche e oratori barocchi.
  5. Salire fino a Corte, la storica capitale della Corsica, sede universitaria fin dal ‘700 e visitare il bel Museo della Corsica nella cittadella per sapere tutto sulla storia e la cultura dell’isola.
  6. Andare in Corsica con le navi Corsica Ferries, in particolare con la nuova nave M/N Pascal Lota, nuova ammiraglia della flotta.
  7. Visitare Porto e i Calanchi di Piana, unico sito Unesco dell’isol: un paradiso di natura incontaminata.
  8. Esplorare il Desert des Agriates, fra Saint Florent e Ile Rousse: 35 km di sabbia e macchia, con spiagge spettacolari: le più famosa Saleccia, che offre un’atmosfera quasi tropicale.
  9. Vivere un’autentica vacanza corsa al Domaine de Murtoli, scampolo di Corsica selvaggia e in-tatta, con soluzioni di charme e servizi di alta gamma, lungo la Costa Occidentale, fra Sartene e il famoso Lion di Roccapina.
  10. Bonifacio e la sua cittadella arroccata sulla scogliera di calcare bianco. Dall’8 al 10 luglio, in occasione del festival Festi Lumi, ogni sera i luoghi più affascinanti e monumentali si accendono di luci colorate e di installazioni luminose.
  11. Un’escursione alle isole Lavezzi, riserva naturale, abitate solo da uccelli marini e qualche geco, una meraviglia di spiagge dorate e acque turchesi.
  12. Una visita al Museo Fesch di Ajaccio, intitolato allo zio materno dell’imperatore, il Cardinale Fesch, con una ricca collezione di primitivi italiani e di dipinti barocchi.
  13. Se al mare preferisci la montagna, puoi fare un’escursione nel Parco Naturale alle Guglie di Bavella, attraversato dal percorso della Grande Randonnée 20.
  14. Attraversare l’isola in treno: la ferrovia corsa è un capolavoro di ingegneria e audacia e percorre tutta l’isola in diagonale, da Ajaccio a Bastia passando per Corte. Il viadotto fra Venaco e Vivario, inoltre, è opera di Eiffel.
  15. Andare in spiaggia in tram. Il Tranway de la Balagne è il trenino che fa servizio fra le spiagge della Balagne, fra Calvi e Ile Rousse, un modo ideale per spostarsi senza problemi di traffico e posteggio.
  16. Vivere Porto Vecchio giorno e notte tra spiagge e musica.
  17. Andare alla scoperta dei villaggi: in Corsica ce ne sono per tutti i gusti, dai villaggi arroccati della Balagne, con vista spettacolare sul mare – Pigna, Lumio, Feliceto – e tante botteghe artigiane ai villaggi di Cap Corse lungo il “Chemin de Lumière”, alla scoperta dei prodotti gastronomici tipici.

Link: Ente del Turismo Corsica | Ente del Turismo francese

Articoli
Correlati