Cerca
Close this search box.
10 invenzioni che hanno condizionato il modo di viaggiare

DatA

10 invenzioni che hanno condizionato il modo di viaggiare

di redazione | @travelglobemag

Passa il tempo e cambiano gli strumenti a disposizione per viaggiare. I millenials viaggiano con più facilità di quanto potessimo farlo un ventennio fa, quando prendere un aereo era un lusso: un ostacolo oggi abbattuto grazie alle compagnie low-cost e ai voli di linea acquistabili a poche centinaia di euro.

La vita dei viaggiatori, dall’avvento degli smartphone, è stata resa più facile dalle numerose app che limitano le barriere linguistiche, aiutano fare la valigia e permettono prenotazioni semplici e convenienti. Nel 1697 il Grand Tour introduceva l’antesignano del viaggio turistico di massa, ma oggi fare l’esploratore è alla portata di tutti o quasi; ci sono però alcune invenzioni che ci hanno portati fino a qui e a cui alcuni di voi, probabilmente, non pensano nemmeno più, dando per scontate alcune comodità.

Cambiano gli strumenti e i mezzi, ma il desiderio di viaggiare e conoscere nuove cose non si affievolisce mai.

10 invenzioni che hanno cambiato il mondo del viaggio

  1. 1890: Louis Vuitton disegnò i primi bauli destinati al trasporto di indumenti e altri effetti personali sulle navi.
  2. 1903: i fratelli Wright misero in aria un aliante che più che un volo fece un balzo, ma rappresentò un primo passo verso la moderna aviazione.
  3. 1914 venne effettuato in Florida il primo volo commerciale e il sindaco di St. Petersburg pagò 400 dollari per un volo di 23 minuti fino a Tampa Bay.
  4. 1970: Bernard Sadow inventò l’antenato del trolley, la prima valigia trasportabile grazie a piccole rotelle. Invenzione che prese particolarmente piede quando iniziarono a scarseggiare i portantini.
  5. 1973: in questo anno iniziò lo sviluppo del GPS da parte del Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti, ma entrò in funzione solamente nel 1994.
  6. 1957: Frommer inventò la prima guida di viaggio con suggerimenti pratici su dove dormire e mangiare. Routard e Lonely Planet arrivarono nel 1973.
  7. 1994: nacquero i primi codici bidimensionali (o a matrice) BIRI/QR, utilizzati ancora oggi per identificare univocamente i documenti di viaggio.
  8. 2005: Google lanciò Google Maps, permettendo di visualizzare online le carte e mappe di buona parte del globo e Apple iniziò a sviluppare il primo iPhone (che presenterà al mercato nel 2007)
  9. 2010: la scrittrice Rachel Botsman per prima definisce la nascente sharing economy come “La re-invenzione di comportamenti tradizionali di mercato – affittare, prestare, scambiare, condividere, barattare, donare – attraverso la tecnologia, che si verificano in modi e su scale non possibili prima dell’era di Internet”.
  10. 2012: sulle strade di Las Vegas un veicolo a guida completamente autonoma completa il suo primo test di 22 km certificato dalla motorizzazione dello stato del Nevada. Ma ci piacerebbe davvero viaggiare su un’auto senza averne il controllo?

Il futuro, come disse qualcuno, è qui e qualche nuova invenzione sta certamente per arrivare.

Articoli
Correlati