Paura di volare? C'è un menù che può aiutare a combattere l'ansia

Categorie


NEWS

Paura di volare? C’è un menù che può aiutare a combattere l’ansia

05/09/2017

05pexels-photo-443430

di redazione | @travelglobemag

La paura di volare raffredda il tuo desiderio di viaggiare? Hai già partecipato a un corso per superare l’ansia, ma non sei ancora totalmente convinto? A correre in tuo aiuto arriva il giusto cibo: un menù studiato appositamente può ridurre lo stress in volo. Parola di scienziato.

La ricerca a Oxford

Se volare ti terrorizza e sei spaventati dal jet lag, il professor Charles Spence dell’università di Oxford ha ideato uno speciale paso per rilassare i passeggeri. Spence è uno psicologo sperimentale specializzato in percezione del cibo, che è stato reclutato da Monarch, compagnia aerea britannica low cost, per studiare il cibo più adatto a un volo confortevole.

Il pasto è composto da un insieme di ingredienti in grado di dare, con il giusto equilibrio, energia e sensazione di relax.

Come è strutturato il menù di quattro portate

menu spence

Prima del decollo, viene servito un gelato di colore nero. È a base di echinacea, che rafforza il sistema immunitario aiutando a prevenire raffreddore e altre malattie contagiose. Il colore nero non è stato scelto a caso, ovviamente: serve a distrarre il viaggiatore facendolo concentrare, dice il professore, sui ricordi dei dolci della propria infanzia. Bizzarro no?

Quando l’aereo ha effettuato il decollo, si prosegue con il mochi, il tipico dolce giapponese composto da riso glutinoso. Grazie alla sua consistenza gommosa aiuta a scaricare l’ansia, proprio come farebbe un chewing-gum.

La terza portata viene servita dopo 30 minuti dalla partenza e consiste in un infuso di erbe a base di camomilla, semi di finocchio e alga accompagnato da un biscotto croccante: la bevanda riduce il senso di gonfiore.

Infine, prima dell’atterraggio, le barrette alle nocciole caramellate ricoperte da una polvere base di funghi e pomodori risvegliano i sensi del viaggiatore.

Mangiare bene è importante, ha spiegato Spence, soprattutto quando si è sotto pressione; inoltre questo è un modo per proiettare i viaggiatori subito nel giusto mood di vacanza, che fa sentire subito meglio… anche chi è ansioso.

© TravelGlobe RIPRODUZIONE RISERVATA