Vacanze a Lampedusa: breve guida sulle migliori spiagge - TravelGlobe

Categorie


NATURA

Vacanze a Lampedusa: breve guida sulle migliori spiagge

12/07/2017

P1040299

di Francesca Spanò | @francynefertiti

Lampedusa è quel luogo vicino che regala l’idea di aver raggiunto un paradiso lontanissimo. I suoi colori sembrano rubati ad angoli esotici, il clima ricorda l’Africa, eppure si trova in Italia, al largo delle coste siciliane. Tra mare cristallino e calette, si potrebbe restare per sempre e accorgersi ogni giorno che le sfumature appaiono sempre diverse, a seconda della luce e delle stagioni. In estate può essere molto affollata, ma a metà giugno o a settembre, riesce a regalare comunque il meglio di sé, senza essere carica di vacanzieri che l’hanno eletta nel tempo la meta di tutte le ferie.

Le spiagge più belle e famose

  • Spiaggia dei Conigli: non si può non parlarne per prima, soprattutto perché resta la più nota e adorata di questa destinazione. La baia è considerata addirittura tra le più incredibili di tutto il mondo e si trova nell’area meridionale dell’isola. Al mare turchese fa da contrasto la sabbia bianca e intorno la vegetazione è di un verde intenso. Il nome deriva dall’omonimo tratto di terra emersa che si trova proprio davanti alla spiaggia. Il fondale è basso per più di cento metri e spicca all’interno di una riserva naturale gestita da Legambiente Sicilia, dove nidificano le tartarughe Caretta Caretta.
  • Cala Pulcino: poco distante dall’Isola dei Conigli, presenta fondali bassi ma ricchi di flora e fauna perfetti per chi ama dedicarsi allo snorkeling e alle immersioni. Interessante la presenza di grotte tutte da visitare.
  • Cala Galera: questa insenatura ha i fondali molto bassi, sabbia fine e due costoni di roccia a proteggerla. Si trova dentro la Riserva Naturale di Lampedusa tra bellissima macchia mediterranea.
  • Cala Greca: è molto intima, ma la sua sabbia chiara e l’acqua trasparente sono imperdibili. Sorge sulla costa meridionale ed è incorniciata da splendide scogliere. Vi si arriva raggiungendo il santuario di Porto Salvo, imboccando una salita e superando un campeggio.
  • Cala Pisana: nella zona orientale, non è distante dal centro. Qui ci si può fare il bagno in una piccola baia, tranquilla e con mare sempre calmo.
  • Cala Madonna: a sud di Lampedusa, è perfetta per le immersioni per via dei fondali bassi e ricchi di pesci. In più, per chi resta in spiaggia, si possono noleggiare sdraio ed ombrelloni.
  • Cala Croce: in questa insenatura sono racchiuse due spiagge ed il paese non è lontano. Perfetta per chi cerca l’acqua sempre calma.
  • Guitgia: molto nota, facile da raggiungere e vicina al centro abitato. I mezzi pubblici portano in poco tempo nella baia del porto per raggiungerla e non mancano le strutture turistiche.
  • Mare Morto: spicca a nord-est e il nome deriva dal fatto che il mare è piatto.
  • Cala Francese: tra pareti rocciose e fondali basse, è adatta a tutti.
  • Cala Maluk: un tempo qui si trattavano le spugne, oggi attira molti turisti con il suo mare turchese.
  • Cala Uccello: sulla costa orientale, è piuttosto piccola ma ottima per chi cerca privacy.

Photo Credit: Francesca Spanò

© TravelGlobe RIPRODUZIONE RISERVATA