South Australia: alla ricerca di luoghi rigeneranti e angoli verdi, tra relax e natura - TravelGlobe

Categorie


NATURA

South Australia: alla ricerca di luoghi rigeneranti e angoli verdi, tra relax e natura

10/07/2017

The Cliff House - LifeTime Private Retreats

di Francesca Spanò | @francynefertiti

Natura accogliente, selvaggia, solitaria, perfetta per chi ama l’avventura o per chi, invece, desidera pace e silenzi. Ci sono mille modi per declinare la propria vacanza in South Australia, con percorsi personalizzati che passano dalle lussureggianti colline di Adelaide fino alle antiche catene del Gawler. L’inverno, del resto, vanta temperature miti, indicate per accogliere chi è alla ricerca di location non convenzionali da portare nel cuore.

Il Paese delle meraviglie

Da qualunque angolo del globo si provenga, l’Australia ed il South Australia in particolare, destano curiosità e desiderio di scoperta. Le alternative di soggiorno sono tante, a cominciare da romantiche serate tra cottage rustici e fuochi che scoppiettano nella zona delle Adelaide Hills. In lontananza il paesaggio lunare dei Gawler Ranges mostra la sua tavolozza di colori intensi che vanno dal rosso all’azzurro, a seconda delle ore della giornata. Altri must locali sono, poi, Kangaroo Island e dintorni e le foreste nella Fleurieu Peninsula.

 Luoghi dove rigenerarsi e trovare relax: qualche idea

  • Il faro di Cape Willoughby, Kangaroo Island: immersi nel verde, nei pittoreschi cottage di Cape Willoughby Heritage Lighthouse Keepers Cottages, di fronte ad un vero e proprio paradiso. Le camere sono ben arredate e molto spaziose. I cottage Thomas e Seymour sono totalmente indipendenti e offrono cinque camere da letto che possono ospitare fino a otto ospiti. Particolarmente suggestivo, è raggiungere il faro di Willoughby.
  • The Kangaluna Swagon, Gawler Ranges: qui sembra davvero di tornare indietro nel tempo a cominciare dal carro coperto rimesso a nuovo, completo di tetto di paglia e area scoperta. Sembra quasi di essere in un angolo di Far West. Da qui è molto bello guardare le stelle, anche perché si possono scegliere pure le tende per il glamping, godendo di atmosfera wilde ma dei comfort di un hotel.
  • LifeTime Private Retreats, Kanagaroo Island: in questo caso si opta per sistemazioni private di lusso a lungo e breve termine con un panorama suggestivo di Kangaroo Island. Al risveglio, ci si trova di fronte a scogliere rocciose e spiagge deserte. Il tutto coccolati da diversi pacchetti, uno dei quali include tutti i pasti, le bevande e i trasferimenti.
  • Ridgetop Retreats, Fleurieu Peninsula: a progettarlo ci ha pensato l’architetto Max Pritchard, unendo design d’avanguardia al contesto locale di Stringybark Forest nel Deep Creek Conservation Park. Pavimenti in parquet, cucina in acciaio inox su misura, divani in pelle, oltre a finestre panoramiche a tutta parete  che mostrano la vita della fauna locale. Intorno i canguri, gli uccelli, la foresta lussureggiante con fiori di campo e un ecosistema in perenne cambiamenti.
  • Mount Lofty Cottage, Adelaide Hills: si tratta di una casa storica splendidamente ristrutturata costruita nel 1880. Sorge tra i boschetti proprio nel mezzo del Cleland Conservation Park nelle Adelaide Hills, a 200 metri dal famoso Mount Lofty Lookout. Ecco perché vanta la presenza di diversi sentieri panoramici dove passeggiare, magari incontrando qualche canguro. Nel cottage, possono essere ospitate fino a 10 persone.

© TravelGlobe RIPRODUZIONE RISERVATA