Fuga dall'inverno: 5 idee per un viaggio al caldo

Categorie


NATURA

Fuga dall’inverno: 5 idee per un viaggio al caldo

09/10/2017

di redazione | @travelglobemag

Le foglie iniziano a ingiallirsi, le temperature scendono ed è ora di aggiungere una coperta sul letto. Se però non riuscite a rassegnarvi al minor numero di ore di luce e sognate la carezza della sabbia calda sotto i piedi, vi proponiamo 5 idee per un viaggio al caldo, dove l’unica cosa importante è il filtro della crema solare.

Seychelles, relax creolo

Le tendenze autunno-inverno per le vacanze, segnalano le Seychelles tra le mete più ambite. Ma perché?

Il nostro inverno corrisponde alla loro estate, che vede temperature comprese tra i 24 e i 30°C e con l’acqua del mare a 28°C. Conosciute per essere una destinazione esclusiva, che offre lussuose e riservate isole private, l’arcipelago è adatto anche a chi non vuole spendere cifre stellari. Basta evitare i resort e privilegiare le tante guesthouse, dotate comunque di ogni comfort. La cucina creola, soprattutto se gustata a pelo d’acqua, vi regalerà attimi di puro piacere, a patto però che apprezziate le spezie. L’isola da scegliere per assicurarsi un totale relax? Senza dubbio La Digue: si gira solo a piedi o in bicicletta e troverete di certo un angolo solo per voi.

 

 

Guadalupa, scivolando sull’acqua

Fa parte del Dipartimento d’Oltremare francese situato nel cuore della arcipelago delle Piccole Antille tra cui è un piacere navigare a bordo di un catamarano. Anche qui la padrona incontrastata è la natura: foreste pluviali piene di orchidee e felci, variopinti uccelli tropicali, colline vulcaniche, baie incontaminate e piantagioni di canna da zucchero creano uno scenario vario che non annoia mai. Basta lasciarsi trasportare dalle correnti per andare dove l’istinto vi vuole guidare…

 

 

Grenadine, isole di pirati

Devono il loro nome ai colonizzatori che vi importarono il melograno: rosso e succoso frutto, che in Italia è simbolo di buona sorte. Saint Vincent e Grenadine formano una nazione composta da isole particolarmente amate dalle rock star, che solcano le loro acque a bordo di lussuosi yacht. Sai Vincent è un po’ fuori mano, mentre le altre 30 isole che formano l’arcipelago sono anche nei programmi di molte crociere. La meta è perfetta per chi ama fare snorkeling: le barriere coralline sono infatti splendide. Per avvistare qualche celerità dovete andare a Mustique e Palm Island, mentre se siete veri viaggiatori dirigetevi verso le più tranquille e meno mondane Bequia e Union Island.

 

Repubblica Dominicana, spiagge infinite

Mare blu, sabbia bianca e divertimento sono le caratteristiche di questa meta. La spiaggia di Bayahibe è una delle più belle e dal suo porticciolo partono le escursioni verso le isole di Saona e di Catalina: entrambe fanno parte del parco protetto e santuario naturale del Parque National del Este. Se volte fare snorkeling e immersioni è lì che dovete andare.

 

Madagascar, profumo di ylang ylang

L’isola dei lemuri, dei baobab, del mare cristallino e dell’ylang ylang: un inebriante olio essenziale dalle proprietà sorprendenti. Un’isola molto grande che presenta un ambiente variegato: il centro dell’isola è un grande altopiano, la parte orientale è ricoperta da foreste pluviali, le regioni che si affacciano sul Canale di Mozambico presentano un clima più secco, che andando verso Sud diventa sempre più arido con una vegetazione composta prevalentemente da foresta spinosa e alberi di baobab. Insomma, non c’è che l’imbarazzo della scelta.

il centro dell’isola è un grande altopiano, la parte orientale è ricoperta da foreste pluviali, le regioni che si affacciano sul Canale di Mozambico hanno un clima più secco, che andando verso Sud diventa sempre più arido con una vegetazione composta prevalentemente da foresta spinosa e alberi di baobab.

© TravelGlobe RIPRODUZIONE RISERVATA