Costa Azzurra e Var: un'immersione nella natura

Categorie


NATURA

Costa Azzurra e Var: un’immersione nella natura

25/11/2016

canyon-verdon

di Redazione | @travelglobemag

Costa Azzurra e dipartimento del Var sono destinazioni molto amate dagli italiani, che ne apprezzano la ricchezza del patrimonio naturale, la bellezza dei giardini e dei paesaggi, incastonati tra mare e montagne. Per il 2017 ci sono tante novità per immergersi nella bellezza della natura francese e per dedicare del tempo alla ricerca del benessere dei sensi.

Costa Azzurra: terra di giardini

La Costa Azzurra ha una storia di fiori e giardini. Ed è per questo che nel 2017 si svolgerà il nuovo Festival dei Giardini, dal 1° aprile al 1° maggio. L’evento comprenderà una sezione IN con dieci giardini effimeri di 200 m2, collocati nel centro città di Cannes, Mentone, Grasse, Nizza e Antibes. La sezione OFF permetterà, invece, di vivere la Costa Azzurra nel pieno del suo patrimonio vegetale d’eccellenza.

Rimanendo nel territorio, troviamo anche l’Esterel con la sua geografia è particolarmente ricca. I paesaggi sono ricchi di foreste, massicci rocciosi, laghi, spiagge e insenature. Che sia dalla roccia di Roquebrune-su-Argens, il massiccio dell’Esterel o le Gole della Siagne, si rimane senza fiato al cospetto dei numerosi scenari dei sentieri dedicati alle passeggiate. Chi invece vuole le spiagge, non c’è che l’imbarazzo della scelta: si va dalla semplice baia di sabbia fine all’insenatura selvaggia.

Nizza: la città verde

Nizza con i suoi 19 parchi e giardini, si aggiudica meritatamente l’epiteto di città verde. Il clima mite ha favorito l’acclimatazione di numerose specie vegetali da tutto il mondo, permettendo di ottenere un’incredibile varietà vegetale. In particolare: la Promenade du Paillon propone un piacevole polmone verde di 12 ettari, che dal Théâtre National si estende fino alla Promenade des Anglais. Il Giardino Albert Premier, dedicato ad Alberto I, Re dei Belgi, è oggi parte integrante della Promenade du Paillon. Il Giardino delle Arene di Cimiez, di fronte all’omonimo monastero, è costituito da un vasto uliveto di alberi centenari. L’accesso è libero e qui si affacciano il museo Matisse e il museo Archeologico delle Arene di Cimiez. Il Giardino del Monastero, nei pressi delle Arene di Cimiez, ospitava anticamente l’orto e il frutteto dei monaci. Oggi gli antichi pergolati, interamente coperti di rose rampicanti, vantano infinite varietà floreali, e in fondo al giardino si gode un panorama della città davvero unico.

E poi, il Parco della Collina del Castello, che si estende dalla città vecchia al porto, prende il nome dall’antico castello distrutto da Luigi XIV. Di fronte al mare, invece, il Parco Phoenix che si estende su 7 ettari all’ingresso occidentale della città. Il Giardino Botanico propone 3000 varietà di piante soprattutto mediterranee, ma anche una buona parte di piante tropicali fiorite tutto l’anno. Tra i parchi attorno ai musei più rappresentativi ci sono: il giardino del Museo Chagall, di cui l’armonia dei colori e composizione si allineano a quella del museo, il giardino del Museo Massena d’ispirazione inglese, il parco del Museo d’arte Naif Anatole Jakovsky, tra i più esotici della città, ricco di sculture, e il giardino pensile del Mamac, con vista a 360° su Nizza.

Grasse: dove nascono i profumi

Il piacevole borgo profuma in ogni suo angolo. Tra le profumerie, i laboratori, le visite olfattive e i campi di fiori, si rimane facilmente inebriati. Da vedere i giardini del Museo internazionale della Profumeria e i giardini privati, che bisogna scovare come in una caccia al tesoro.

Il Var: mix tra Costa Azzurra e Provenza

Da Saint-Cyr-sur-Mer a Saint-Raphaël, sulla costa affacciata sul Mediterraneo, si alternano spiagge di sabbia dorata, baie, insenature, calanchi, calette dalle acque cristalline, scarpate rocciose e scogli levigati. Unico in Francia, il territorio del Var è noto per la sua straordinaria biodiversità, che conserva una grande varietà di habitat naturali.

Sulle Alpi, invece, il Mons Lachens svetta con i suoi 1715 metri di altitudine, regalando un magnifico belvedere a volo d’uccello su ben cinque dipartimenti della Francia meridionale. Il canyon del Verdon, inoltre, si trova nel cuore del Parc Naturel Régional a nord. Tornando sul mare, infine, troviamo: la penisola di Giens, l’isola di Port Cros e l’isola di Porquerolles.

La Costa Azzurra e il Var hanno un patrimonio naturale e culturale, che non vi deluderà.

Link

Cote d’Azur | Nice Tourism | Visit Var | Atout France