Categorie


MENTE

Salamanca e i singolari decori della cattedrale gotica

04/01/2017

2014_11_15_sculpture_of_astronaut-676x450_rsz_crp

di Francesca Spanò | @francynefertiti

Una chiesa del XVI secolo con curiose decorazione che sembrano fin troppo moderne. E scatta il mistero. La Cattedrale si trova a Salamanca, città nota per la sua antica storia a partire dalla nascita dell’Università più antica di Spagna, che proprio qui è stata realizzata nel 1243. Gli edifici religiosi più importanti, in realtà, sono due: la “Cattedrale vecchia”, Santa Maria del Mare e la “Cattedrale Nuova”, Santa Maria dell’Assedio. La prima era in stile romanico e la sua realizzazione è avvenuta tra il XII e il XIII secolo.

Anno 1513: l’inizio dei lavori del bizzarro tempio

Fu l’anno in cui cominciò a sorgere l’altra Cattedrale che aveva un chiaro stile gotico ed era vicina alla precedente. Non fu, però, l’unico che venne mantenuto, perché piano piano furono inseriti elementi rinascimentali. Gli anni passavano e non era mai pronta, tanto che la costruzione definitiva fu consegnata solo nel XVIII° secolo. Ciò che colpisce è soprattutto la facciata nord, che negli anni ha portato in loco un turismo sempre più importante. Qui sono presenti delle decorazioni particolari, tra cui quella di un astronauta che è molto difficile che in quel periodo fosse una figura conosciuta e, soprattutto, esistente. Accanto spiccano una rana, un drago che gusta un gelato, una lince ed una cicogna. Ma come facevano gli antichi a prevedere che un giorno l’uomo sarebbe arrivato nello spazio? Si è trattato solo di un coincidenza o c’è una spiegazione più profonda alla presenza di quella figura con tanto di casco, stivali e respiratore.

L’astronauta si trova in particolare nella Puerta de Ramos ed in molti si sono chiesti se non voglia dire che in passato gli alieni abbiano abitato sulla terra. Ma è davvero così?

Una spiegazione c’è

Alcune sculture del XVI secolo erano andate perdute, così nel 1992 si procedette ad un importante restauro che le sostituisse. Proprio in questo periodo si è pensato di aggiungere a ciò che resisteva ancora, un elemento rappresentativo del XX° secolo. Appunto l’astronauta. Si tratta quindi di una novità recentissima, che non è fonte di nessuna strana spiegazione. Nel passato nessun essere proveniente da altri mondi ha scolpito ciò che è, invece, un elemento peculiare odierno.

© TravelGlobe RIPRODUZIONE RISERVATA