A Cracovia la libreria più antica d'Europa, che Fuentes chiamava Cattedrale dei libri

Categorie


MENTE

A Cracovia la libreria più antica d’Europa, che Fuentes chiamava Cattedrale dei libri

02/08/2017

Krakow_rynek_01

di redazione | @travelglobemag

Si dice che si potrebbe vivere una vita piena e felice, senza lasciare mai la piazza Rynek a Cracovia. I suoi numerosi ristoranti e negozi, la scenografica Chiesa di Santa Maria, un piccolo cabaret sotterraneo e la libreria Matras – la più antica d’Europa –  la rendono un luogo di felicità.

Matras a Cracovia, la Cattedrale dei libri

Fu fondata nel 1610, a soli 5 anni di distanza dalla pubblicazione di Don Chisciotte, da un mercante tedesco trasferitosi a Cracovia. Nonostante gli sforzi di importare da Francoforte le ultime novità editoriali la libreria chiuse nel 1625. Dopo un letargo di oltre due secoli, oggi la libreria Matras può considerarsi uno dei luoghi d’incontro più amati da scrittori e intellettuali: Carlos Fuentes la definiva addirittura Cattedrale dei libri.

I clienti più affezionati la chiamano ancora con il nome tedesco, Gebethner und Wolff, utilizzato fino al 1950. Adiacente alla libreria c’è un bar letterario e in pochi altri posti al mondo si può bere un buon caffè seduti su una poltrona che ha visto passare premi Nobel e importanti letterati. Tra le storie più divertenti passate tra queste mura, c’è l’istituzione dell’Ordine dei Cavalieri Bibliofili, che all’inizio del secolo scorso attribuiva un premio al libro più bizzarro dell’anno.

Curiosità: un libro che continua a vendere bene da Matras è la raccolta di fotografie di Helmut Newton: pesa 30 chili e costa 5.000 euro.

Per visitare Cracovia un giorno non basta

krakow-1699289_960_720

Per capire lo spirito della città e immergersi nella giusta atmosfera, bisogna fare come i polacchi: raggiungere la statua di Adam Mickiewicz, nella Piazza Grande del Mercato, e assaporare la vivacità serale. È qui, infatti, che si concentrano il locali dove si suona jazz di qualità e scegliere non sarà difficile. Si tratta della più grande piazza medievale d’Europa su cui affaccia la Basilica di Santa Maria.

Inoltre, il centro storico è circondato da un anello verde nato dove c’erano le antiche mura difensive. Il percorso turistico inizia dalla chiesa di San Floriano per continuare su via Florianska, fino alla Piazza del Mercato e prosegue lungo le vecchie vie Grodzka e Kanoniczna per finire alla collina di Wawel e al castello: un elegante maniero che ospita opere di pregio come l’opera di Leonardo da Vinci “La dama con l’ermellino”.

Ma Cracovia è molto più di questo e necessita più di un giorno per perdersi nel quartiere ebraico, visitare il museo sotterraneo e magari spingersi fino alle vicine miniere di sale o più in là ancora e scopri le altre bellezze della Polonia.

© TravelGlobe RIPRODUZIONE RISERVATA