Bayreuth e Norimberga: novità da scoprire e cultura da ritrovare

Categorie


GUSTO

Bayreuth e Norimberga: novità da scoprire e cultura da ritrovare

21/11/2016

di Federica Giuliani | @traveltotaste

Se diciamo Germania, probabilmente, pensate a Berlino, Monaco di Baviera e alla birra, ma c’è molto di più in questa nazione nota per il suo rigore e l’Ocktoberfest. A Bayreuth e Norimberga, ad esempio, ci sono tante novità e molta cultura da riscoprire.

Norimberga: non solo salsicce e mercatini

Una città che viene ricordata per molti fatti e aspetti – come i piatti tipici, il famoso processo o i mercatini di Natale – ed è per questo che Norimberga può essere definita multidimensionale. C’è la parte economica cosmopolita, ma c’è anche un cuore culturale che offre musei, eventi e progetti che aumentano il livello di qualità dei residenti e piacciono ai visitatori. Tra i suoi figli prediletti c’è il pittore, disegnatore e grafico Albrecht Dürer, grande protagonista del Rinascimento oltre le Alpi, che è possibile conoscere – con l’ausilio di moderne tecnologie – attraverso l’omonimo itinerario che si snoda attraverso la città. In questo modo è possibile ammiare le opere di Dürer conservate nel Germanisches Nationalmuseum, ma anche quelle che, in città, raccontano il grande passato della città come Il saluto dell’Angelo di Veit Stoss nella chiesa di San Lorenzo o la Via Crucis di Adam Kraft nel cimitero di San Giovanni. Da ricordare la grande tradizione di Norimberga come la città del giocattolo, ma anche come sede di importanti musei di arte moderna e design. Durante la Blaue Nacht, la lunga notte dei musei e della cultura che si svolge ogni anno a maggio, si potranno visitare tutte le esposizioni in un’atmosfera davvero unica.

Gli appassioanti di musica, invece, potranno approfittare delle tante rassegne in programma: Rock im Park, Klassik Open Air e Staatstheater, che anima la vita teatrale cittadina.

Se poi tra una visita e l’altra vi viene fame, c’è solo l’imbarazzo della scelta tra l’incredibile offerta di trattorie tipiche, ristoranti gourmet e locali di tendenza. Sapevate che le classiche salsicce di Norimberga vengono servite solo in multipli di tre?

Norimberga è anche facile da raggiungere con un volo Ryanair da Milano o Roma.

Info: Turismo Norimberga

Bayreuth: la città di Wagner

Nonostante Wagner fosse nato a Lipsia, Bayreuth è considerata il centro principale delle sue opere. Proprio qui il compositore visse undici anni e ogni luglio e agosto si svolge un festival musicale per celebrarlo. Lo spirito di Wagner, ancora oggi, permea la città e ci sono tour guidati a tema, anche in italiano, che includono anche un piccolo concerto di musica wagneriana.

L’Opera dei Margravi a Bayreuth, designata patrimonio dell’umanità dall’UNESCO, è considerata uno dei capolavori dell’architettura barocca dell’800. Lo splendore dei colorati interni dell’Opera, che fu costruita dal 1744 al 1748, è di grande suggestione. Fu costruito da Giuseppe Galli- Bibiena e da suo figlio Carlo, l’architetto teatrale più famoso a quel tempo. Entrambi discendevano dalla famiglia artistica Galli da Bibiena della Toscana, i cui parenti operarono in tutta Italia e in Europa.

Per sfamarvi dopo un’immersione nella musica, entrate in uno dei tanti birrifici. A Bayreuth si producono, infatti, più di 1000 diverse qualità di birra artigianale che si accompagnano alle tante prelibatezze regionali come le Schäufele o i blaue Zipfel, che vengono preparate ancora secondo la tradizionale ricetta della nonna.

Info: Turismo Bayreuth

Germania da assaggiare: qualità e buon gusto a tavola

Sono ben 290 i ristoranti tedeschi che nel 2016 possono fregiarsi di una o più stelle Michelin. Una pioggia di riconoscimenti non casuale, ma che sottolinea l’impegno degli chef tedeschi nell’affinare l’arte culinaria e l’aumento dell’interesse dei consumatori verso cibi e bevande di qualità. Non solo più würstel e crauti, quindi, ma contaminazioni frutto di viaggi ed esplorazioni nel mondo. Un esempio d’eccellenza è dato dall giovane Tim Raue, che nei suoi ristoranti stellati a Berlino spazia da raffinatissimi dim sum di gusto asiatico a una più tradizionale “soupe populaire” che appassiona schiere di buongustai. Proprio nella capitale tedesca si tiene ogni anno il festival eat!Berlin abbinato al Ballo della Gastronomia.

Ma non preoccupatevi per il portafoglio! In Germania si spende mediamente poco per un pasto di buona qualità e non è necessario andare in un stellato per mangiare bene. Oltre ai templi gastronomici, infatti,  si possono trovare molte trattorie, birrerie e ristoranti popolari, chiamati Gasthaus, dove per una zuppa, un’abbondante pietanza con contorno, bevande e dolce il conto non supera i 20/25 euro. Infine, non manca lo street food: non si può lasciare Berlino senza aver assaggiato una Currywurst (salsiccia al curry) o una Bulette (polpetta), mentre a Colonia meglio provare un cartoccio di Reibekuchen (frittelle di patate).

© TravelGlobe RIPRODUZIONE RISERVATA