5 isole della Croazia che dovresti vedere e perché

Categorie


CUORE

5 isole della Croazia che dovresti vedere e perché

17/07/2017

sea

di redazione | @travelglobemag

La Croazia è popolare da parecchi anni, ormai, e l’interesse dei turisti pare non diminuire, nonostante i controlli  più rigidi alle frontiere. Sarà per la bellezza del mare, per il costo della vita più basso rispetto all’Italia o per la storia delle città, ma rimane in cima alla lista dei Paesi dove trascorrere una vacanza. Ma per allontanarsi dalla folla dei luoghi più conosciuti e frequentati, vi consigliamo 5 isole da vedere, ognuna per un motivo diverso. La Croazia, infatti, non è solo la vivace Dubrovnik.

Rab, per le spiagge

Die Badebucht Pudarica im Süden von Rab kann als eine der wenigen Buchten Kroatiens mit einem langgezogenen Sandstrand aufwarten

Collegata tramite traghetto da Stinica e, da giugno a settembre, dall’isola Krk con la linea Valbiska – Lopar, Rab possiede 157 chilometri di piste ciclabili, 144 chilometri di sentieri per trekking e offre un sentiero per salire sul monte Kamenjak, da cui godere la vista su quasi tutta l’isola. Ma è per le sue tranquille spiagge, che vale la pena venire qui. Famose per la sabbia dorata, Paradise e Rajska sono le più famose e fornite di servizi, ma per godersi davvero il mare è meglio sceglierne una delle tante per naturisti, dove la libertà è totale.

Kornati, per la sostenibilità

kornati

Questo, in realtà, è un arcipelago situato nel tratto di mare che da Zara arriva fino a Sibenik, nella Dalmazia settentrionale. In totale sono 152 ma solo 89 fanno parte dell’omonimo Parco Nazionale. Caratteristiche dell’arcipelago sono le alte rocce che si affacciano a picco sul mare, che vengono chiamate “corone” e danno il nome all’insieme di isole. Le rocce piu alte e scenografiche si trovano a Klobucar, Mana e Rasip Veli. Sulle isole Kornati non vive nessuno in maniera permanente e non vi si trovano strutture alberghiere tradizionali: è infatti possibile solo soggiornare presso le case dei pescatori dove magari le comodità saranno minori, ma il relax sarà totale.

Mljet, per la natura

mljet

È la più meridionale delle grandi isole della Croazia. Nella parte occidentale c’è il Parco Nazionale di cui fanno parte i laghi Veliko e Malo Jezero; in realtà non si tratta di veri e propri laghi, ma di due baie divise dal mare aperto tramite stretti canali. Al centro del primo lago sorge l’isolotto di S. Maria, che ospita l’omonimo convento benedettino del XII secolo.
La leggenda dice che Mljet sia Ogigia, l’isola dove Calypso tenne prigioniero Ulisse.

Korčula, per il vino

Mediterranean vineyard on Vis island Dalmatia Croatia

L’isola di Korcula è una delle più belle isole della Dalmazia: presenta una costa molto varia che, sul lato settentrionale, è bassa e facilmente accessibile dal mare, mentre la costa meridionale è scoscesa con rocce alte fino a 30m. Il suo clima è piacevolmente Mediterraneo e presenta temperature medie abbastanza alte intorno ai 17°C, con molte ore di sole e pochi giorni di pioggia; questa caratteristica ne fa il luogo adatto alla produzione di vino come il Dingač, un ottimo rosso, e il Grk, caratterizzato da un sapore altamente minerale: le vigne, infatti, si estendono fino al mare.

Vis, per il cibo

vis

Per oltre 40 anni è stata territorio militare e solo recentemente è stata scoperta a livello turistico. Vis, o Lissa, conserva il fascino dei luoghi ancora vergini e poco conosciuti dove dedicarsi al mare, al relax e al buon cibo. Poca gente sceglie di arrivare fino a qui: ci voglio infatti due ore di traghetto per approdare alla sua costa. Ma su quest’isola si può mangiare il esce più buono della zona. Gli abitanti, abituati a sfruttare le poche risorse che hanno a disposizione, hanno imparato a preparare i frutti del mare in maniera egregia. Non mancano però nemmeno verdure, olive locali e ottima carne. Andare a Vis per credere.

© TravelGlobe RIPRODUZIONE RISERVATA